Alia è una start up innovativa agro alimentare che vuole contribuire concretamente alla produzione italiana di proteine alternative da insetto edibile, per il benessere del consumatore e del pianeta.

Gallery

Contatti

Alia Insect Farm srl - sede legale in Via Olmetto 3, 20123 Milano - P.IVA 11326510960

info@aliainsectfarm.it

+39 800-456-478-23

Gli insetti
Sai che cos'è l'entomofagia?

Entomofagia

Cosa significa entomofagia

In greco ἔντομον indica un animale  il cui corpo non appare intero, ma diviso in parti.

Così apparivano ai primi studiosi gli insetti, animali di cui si riconoscevano facilmente 3 parti principali del corpo: capo, torace e addome, e così li definisce Aristotele per la prima volta nel IV sec. a.C.

Plinio traduce il termine greco in Insectus, participio passato di insecare, ossia tagliare, suddividere.

Osservando da vicino questi piccoli animali (artropodi) non si finisce mai di scoprire quante suddivisioni si possono individuare: il torace sembra a sua volte suddiviso in 3 parti, ognuna delle quali provvista di un paio di zampette. Anche le zampette sono suddivise in segmenti, e così via.

Nel loro piccolo mondo è nascosto un universo di chimica e fisica, che ancora ispira la scienza e l’ingegneria ma…. questo articolo non parlerà di questo, ci limitiamo ad accennare alla pratica dell’ entomofagia, ossia dell’atto di cibarsi di insetti edibili.

Geografia dell’entomofagia

Gli insetti sono stati la prima fonte di proteine animali a disposizione degli  uomini, prima che essi imparassero l’arte della caccia e della pesca. Alcune popolazioni hanno poi nel tempo tramandato queste usanze, soprattutto nelle geografie più vicine all’equatore, dove le condizioni climatiche favoriscono il proliferare degli artropodi commestibili. La maggiore diffusione dell’entomofagia in determinate zone del globo rispetto ad altre ha molto a che vedere con le condizioni ambientali che favoriscono l’habitat ottimale in cui gli insetti possono proliferare. Semplificando, possiamo dire che dove fa più freddo gli insetti edibili non sono naturalmente diffusi e, di conseguenza, non sono entrati a fare  parte della tradizione culinaria.

Secondo la FAO, oltre 2 miliardi di persone consumano  insetti edibili.

FAO entomofagia

Con il tempo nei paesi occidentali la pratica dell’ entomofagia è andata via via scomparendo. Questo è avvenuto sia perché nei paesi sviluppati si è creata una certa abbondanza e disponibilità di fonti proteiche animali di altro tipo, ma anche e soprattutto perchè un aspetto culturale importante ha sempre più attribuito la necessità di cibarsi di insetto propria dei paesi meno sviluppati e con meno prosperità.  Potremmo dire che oggi, nell’immaginario comune degli occidentali, l’atto di cibarsi di  insetti edibili è per lo più considerato un  tipico di popolazioni molto arretrate, e spesso si confondono  gli insetti commestibili con specie infestanti nell’agricoltura, a volte pericolosi anche per l’uomo, o semplicemente si associano gli insetti edibili ad un senso di sporcizia e di disgusto.

Perché  paesi occidentali dovrebbero mostrare interesse verso l’entomofagia?

Quali ragioni dovrebbero portarci indietro nel tempo ad abitudini erroneamente identificate come da indigeni? Perché dovremmo mangiare come mangiano paesi meno sviluppati di noi, lontani dalle nostre tradizioni di gusto e di innovazione alimentare?

Alcuni benefici degli insetti edibili

Semplificando, possiamo elencare alcune delle ragioni che dovrebbero fare nascere, almeno, un certo interesse ad approfondire questo immenso mondo tutto da scoprire, perchè sono:

  • una risorsa naturale
  • una fonte di proteine ad alto valore biologico
  • una fonte naturale di micronutrienti importanti come minerali e vitamine
  • semplici da allevare
  • sostenibili
  • buoni e sicuri per il consumo umano
  • e il grande ostacolo al loro consumo è solo culturale.

Ed è tenendo conto dell’aspetto culturale, oltre che ovviamente dell’aspetto di sicurezza e di gusto, che si determinerà il successo o meno di questo settore.

Entomofagia e neofobia alimentare

Sono state condotte diverse ricerche sull’accettabilità degli insetti edibili da parte di popolazioni occidentali. La neofobia alimentare è sempre collegata ad aspetti culturali e alla scarsa informazione del consumatore rispetto ai benefici che l’entomofagia potrebbe apportare. Un articolo del British Food Journal Vol. 121 No. 9, pp. 2190-2204, 2019 evidenzia per esempio che meno nei prodotti è visibile l’insetto, maggiore è l’accettazione da parte del consumatore. Si evidenza ancora una certa reticenza a provare un prodotto a base di insetto per paura, tra le altre cose, che non sia buono.

E’ alto l’interesse e la curiosità verso questi nuovi alimenti,  e il successo dei prodotti contenenti insetti edibili passa dal superamento culturale della neofobia alimentare, e sarà reso possibile solo se si perseguiranno elevati standard di qualità e di gusto. L’innovazione e la ricerca aiuteranno a mettere in campo prodotti sempre nuovi e accattivanti, che, almeno all’inizio, dovrebbero mantenere gli insetti non visibili, pur costituendo la parte caratterizzante della lista ingredienti.

 

 

 

Comments (9)

  1. Gli insetti edibili nella storia » Alia Insect Farm
    17/12/2020

    […] tendenza è supportata da una consapevolezza dei benefici, sia nutrizionali che ambientali, dell’entomofagia. I prodotti a base di insetti già sul mercato includono insetti interi, come i vermi della farina […]

  2. Insetti commestibili interi o in polvere? » Alia Insect Farm
    25/01/2021

    […] è facile rispondere a questa domanda. Promuovere l‘entomofagia è la vera sfida per gli operatori del settore, che oltre ai limiti regolatori ancora presenti in […]

  3. Gli insetti nel pet food » Alia Insect Farm
    05/02/2021

    […] che sceglie lui stesso di mangiare, anche per il settore dei mangimi per animali il passo verso l’entomofagia sembra ancora […]

  4. Business Model Canvas - grilli commestibili » Alia Insect Farm
    06/04/2021

    […] Quando abbiamo iniziato a mappare i nostri partners, in maniera semplicistica pensavamo solo a partners commerciali. La mappa degli stakeholders e la loro classificazione come partners è stato un esercizio molto utile per trovare nuove angolature di business. Tra questi, per esempio, l’Accademia, la comunità scientifica, le associazioni di categoria, i media sono esempi di nuovi interlocutori apparsi nel nostro modello. Le attività necessarie si scoprono essere sempre di più, man mano che l’idea si avvicina all’execution. Il nostro elenco, dapprima focalizzato agli aspetti tecnici di realizzazione dell’allevamento e dell’impianto di produzione della polvere di grillo, è cresciuto comprendendo l’area di digital marketing e sales. Lavorare sulla comunicazione degli insetti edibili è fondamentale per superare la neofobia alimentare e avvicinare sempre più consumatori all’entomofagia. […]

  5. Gli insetti edibili in Australia » Alia Insect Farm
    29/04/2021

    […] L’entomofagia è stata praticata in Australia per decine di migliaia di anni. Dei 62.000 delle specie di insetti originarie dell’Australia, più di 60 specie sono stati documentati come parte della tradizionale alimentazione delle popolazioni locali. Questa conoscenza culturale unica potrebbe aumentare il potenziale di sviluppo di imprese innovative che producono alimenti con insetti edibili  a marchio australiano per il mercato internazionale. Il potenziale stimato è di oltre i 10 milioni di dollari australiani all’anno nei prossimi cinque anni . The Insect Protein Association of Australia (IPAA) è attualmente l’ente che rappresenta l’industria degli insetti, che oggi è in gran parte focalizzata sull’uso insetti per l’alimentazione animale e upcycling dei rifiuti. L’accettazione dei consumatori australiani è attualmente bassa, il che è normale per un settore così nuovo. Pertanto,  è necessario per espandere il mercato e realizzare il pieno potenziale dell’emergente industria australiana degli insetti commestibili un cambio di marcia! […]

  6. Fuori TG Rai 3 » Alia Insect Farm
    30/05/2021

    […] l’entomofagia attirerà anche gli […]

  7. Webinar IPIFF sugli insetti edibili » Alia Insect Farm
    21/12/2021

    […] molti potenziali consumatori l’entomofagia rappresenta una curiosità, per altri il fattore disgusto gioca e giocherà un ruolo […]

  8. TEDx sugli insetti commestibili » Alia Insect Farm
    07/09/2022

    […] in Italia, nonostante il tema dell’entomofagia registri sempre più interesse e curiosità, gli insetti edibili sono ancora considerati un […]

  9. I grilli in radio » Alia Insect Farm
    13/09/2022

    […] I nostri grilli sono arrivati in radio! In un programma radiofonico trasmesso da RTL102.5 la nostra start up è stata invitata per raccontare il progetto di ALIA INSECT FARM e per parlare di entomofagia. […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *